cosa-mangiare-a-pranzo-in-ufficio

Cosa mangiare a pranzo in ufficio: 3 idee per un lunch box gluten free

Il pranzo in ufficio è spesso frugale e quasi mai rispetta le best practice dei più sani regimi alimentari. Per i celiaci è invece fondamentale curare nel dettaglio anche questo importante pasto della giornata, soprattutto perché si è fuori casa. In ufficio senza glutine, si può: ecco 3 idee per un lunch box gluten free!

L’utilità di preparare un lunch box gluten free

Il pranzo è un pasto importante ma molto spesso si è costretti a consumarlo fuori casa, come capita soprattutto a lavoratori e studenti. Quindi si finisce spesso col mangiare al ristorante o al fast food, a scapito della qualità della dieta e del portafogli! Inoltre, soprattutto per chi ha problemi di celiachia, può essere complicato trovare ovunque un pranzo sano, vario e gluten free, da consumare in ufficio o tra i banchi.

Ecco perché può essere molto utile e conveniente organizzarsi per tempo e preparare a casa un lunch box da portare con sé al lavoro.

Cosa preparare per un pranzo gluten free in ufficio?

Visto che stiamo rinunciando alla comodità di un piatto d’asporto al fast food, proprio per migliorare la qualità del pranzo, proviamo ad orientarci su qualcosa di sano, che non ci appesantisca e che, naturalmente, sia gluten free.

Le alternative sono due: possiamo abbondare con le porzioni preparate per il pasto serale, per mettere qualcosa da parte per l’indomani oppure, dedicare qualche minuto in più alla cucina, per preparare un pranzo ad hoc.

Le pietanze che si conservano bene fino al giorno successivo sono molte, ancor meglio se in ufficio si ha la possibilità di riporre qualcosa in frigo. Inoltre, la disponibilità di un fornetto per scaldare il pranzo al momento della consumazione, amplia decisamente le nostre possibilità.

1. Piadina wrap senza glutine con verdure e prosciutto crudo

La prima idea per il pranzo in ufficio senza glutine è semplicissima e può essere preparata velocemente al mattino prima di andare a scuola o al lavoro. Si tratta di una deliziosa piadina wrap senza glutine.

La piadina si presta a tante sfiziose ricette dolci e salate, noi ne proponiamo una farcita con verdure e prosciutto crudo.

Grigliate una zucchina affettata per la lunghezza (questo ingrediente può essere preparato in anticipo, già dalla sera precedente, per ottimizzare i tempi). Farcite la piadina wrap senza glutine, con 80 g di prosciutto crudo, la zucchina grigliata e condita, qualche foglia di lattuga e qualche fettina di pomodoro. Arrotolate la piadina e avvolgetela nella carta stagnola in modo che tenga la forma. La piadina va conservato in frigo fino al momento di consumarla.

2. Sformato di miglio con verdure per chi ama la leggerezza

Per la preparazione di questo piatto occorre un po’ di tempo in più, quindi può essere preparato per la cena e conservato anche per il pranzo del giorno successivo.

Cominciate con la preparazione del miglio (75g): lavatelo in acqua fredda e fatelo cuocere per circa 20 minuti in 150 ml di brodo, poi lasciatelo intiepidire senza coperchio (il miglio assorbirà tutto il brodo). Intanto, a parte, cuocete 25 g di piselli in acqua salata. Tagliate una carota a dadini. Fate rosolare un cipollotto in una padella con olio evo, poi aggiungete carote e piselli e cuocete a fiamma vivace, fino ad ammorbidire le verdure. Tagliate un pomodoro a pezzetti e unitelo in una ciotola con il resto degli ingredienti, amalgamandoli bene a aggiungendo l’erba cipollina sminuzzata. Versate tutto in uno stampo a cerniera e lasciatelo lì per almeno 2 ore. Le dosi indicate sono ideali per una porzione.

3. Ravioli senza glutine, per chi non rinuncia alla pasta

Abbiamo premesso che non vogliamo appesantirci, ma è pur vero che c’è chi proprio non sa rinunciare alla pasta per pranzo. In questi casi, la soluzione migliore è scegliere un tipo di pasta che mantenga le sue caratteristiche anche quando viene riscaldata, in genere questo è un requisito della pasta all’uovo. Anche la presenza di abbondante condimento, come il formaggio e il sugo di pomodoro, ha la sua importanza nel favorire il mantenimento della morbidezza.

Ecco dunque la nostra terza idea per un lunch box gluten free: una porzione di ravioli senza glutine con ricotta e spinaci conditi con un semplice sugo di pomodoro.
La ricetta è semplicissima: basta preparare il sugo di pomodoro fresco, magari insaporito con un po’ di scalogno, e unirlo ai ravioli scaldati a parte. Aggiustare di sale e pepe, aggiungere il basilico fresco e una manciata di parmigiano. L’indomani basterà conservarlo in frigo, per poi scaldarlo un po’ al momento della consumazione, e il nostro piatto di ravioli gluten free sarà delizioso come appena preparato!